news

Ruffo realizza per GQ Italia un ritratto del campione Alex Zanardi. La coperta termica, supporto dell’opera, non solo richiama quell’antica superficie dorata così assoluta, ma costituisce un messaggio eterno e attuale: è il velo sulle spalle dei rifugiati, segnale di emergenza e salvezza, così come l’immagine di Zanardi, simbolo della ricorrente lotta dell’uomo contro il destino.

Quando:gennaio 2021
Dove:

GQ Italia

Abbiamo incontrato Pietro Ruffo in occasione della mostra personale “Maremoto”. A Roma, negli spazi della Galleria Lorcan O’Neill, espone una recentissima serie di lavori ispirati a temi di scottante attualità.

Quando:febbraio 2020
Dove:

AD Italia

La Galerie Italienne propone dal 10 ottobre al 23 novembre la mostra «Traversée», una monografica di Pietro Ruffo. L’artista romano, classe 1978, s’ispira ai moderni movimenti migratori e alle teorie di filosofia morale sulla libertà degli americani John Rawls e Robert Nozich.

Quando:Ottobre 2019
Dove:

Il Giornale dell’Arte

Pietro Ruffo’s “Constellations/Migration” is the second recent IA&A at Hillyer exhibition in which an Italian artist incorporates one of the reflective blankets used to swaddle immigrants who survive the crossing. The shiny coverings are symbols of both distress and welcome.

Quando:June 21 2019
Dove:

The Washington Post

Indian snake charmers in South America, elephants and tigers in India, strife scenes in Africa — Italian contemporary artist Pietro Ruffo’s cartography and tapestries in the exhibition titled, Constellations and Migration, opened at the Indian Museum.

Quando:17 November 2018
Dove:

The Telegraph

Le très puissant globe terrestre Icosaedro de Pietro Ruffo, inspiré tout à la fois des motifs ornementaux de l’Alhambra de Grenade et des actuels conflits arabes.

Quando:vendredi 6 juillet 2018
Dove:

L’Orient-Le Jour

Wooden crocodiles roamed over arid earth; giraffes through stands of bamboo; and eagles soared overhead beneath the canopy of a suspended map by the artist Pietro Ruffo.

Quando:July 8, 2017
Dove:

The New York Times

During the last year of such worldwide political upheaval I have been working on a project looking at migration with a historical perspective.

Quando: June 15th, 2017
Dove:

ArtAndOnly

Pietro Ruffo ricostruisce il rigoroso percorso nell’astrazione del suo primo maestro: suo nonno. Un pittore e teorico tutto da scoprire, capace di portare avanti un discorso pittorico al di fuori dalle mode del periodo, fondato sulla concretezza del colore.

Quando:Gennaio 2017
Dove:

ARTE 2017

From Julius Caesar’s tyrannical rule to the sophisticated flourishes of the Renaissance, Rome has spawned legends, inventions and world-famous artists. It’s this rich history that inspires contemporary Italian artist Pietro Ruffo.

Quando:June 17, 2016
Dove:

CNN Style – Arts

La mostra presso la Fondazione Puglisi Cosentino di Catania, raccoglie dieci anni di lavoro di Ruffo: un viaggio che attraversa i principi universali di tolleranza e democrazia e i processi di emancipazione culturale, sociale e religiosa da cui scaturiscono antichi e irrisolti conflitti tra i popoli, alla ricerca della definizione del tema della libertà.

Quando:4 maggio 2016
Dove:

Sofà – Quadrimestrale dei densi nell’Arte – Anno X Numero 26/2016

Una città come Catania merita sempre una visita, ma fino al 10 luglio prossimo, avrete un motivo in più. A Palazzo Valle, infatti – uno dei più importanti esempi di barocco in Sicilia, sede della Fondazione Puglisi Cosentino – troverete una mostra dal forte impatto visivo e sensoriale interamente dedicata a Pietro Ruffo, il giovane artista romano osannato dal mondo dell’arte e non solo.

Quando:da Giovedì 15 Aprile
Dove:

Catania

«Forse libertà oggi vuole dire integrazione. Le madri che attraversano il Mediterraneo ci regalano i loro figli e solo accettando questo dono noi saremo liberi». Così l’artista romano Pietro Ruffo, 37 anni, parla dell’opera site-specific, «Madri del Mar di Sicilia», creata appositamente per gli spazi della Fondazione Puglisi Cosentino a Catania.

Quando:Giovedì 7 Aprile 2016
Dove:

Il Messaggero

Una conversazione con l’artista Pietro Ruffo e un’intervista agli architetti di Studio Kami, partendo dalla gigantesca scenografia creata per Valentino a Roma e arrivando all’arte contemporanea, all’architettura di nuova generazione e alle direzioni sostenibili o meno, verso cui tende la nostra città.

Quando:05 Aprile 2016
Dove:

Roma Italia Lab

Atlas of the various Freedoms (20120-2011), realizzato in occasione di una residenza di Ruffo a New York, è un progetto raccoglie quaranta interviste a giovani filosofi, ricercatori e artisti interrogati sulla loro personale idea di libertà e altrettanti ritratti a matita su carta che, posizionati in base al loro paese di origine, ricostruiscono un’inedita mappa.

Arte & Workshop. La Fondazione Casoli ha scelto Pietro Ruffo per la tappa del progetto «E – Straordinario» e l’artista ha condotto un laboratorio con sessanta dipendenti del gruppo Angelini.

Quando:16 Dicembre 2015
Dove:

Il Manifesto

A Roma, l’installazione scenografica “Valentino Mirabilia Romae”. La potenza percettiva e ipnotica dell’arte, la visionarietà, il razionalismo di esecuzione dell’architettura, il divenire vorticoso della moda: la “contaminazione” tra i due mondi consente di trascinare la quotidianità in un “Altrove” immaginifico e surreale, soprattutto in un luogo archetipico come la maestosa città di Roma.

Dove:

Progetti – rivista dell’Architettura Italiana – #13

Apre al MAMbo di Bologna «Gradi di libertà»: l’artista (e non diversamente lo scienziato) «è condannato a essere libero». La mostra si conclude coi ritratti che l’artista Pietro Ruffo dedica ai «traditori della libertà», quei pensatori che hanno concepito scenari autoritaristici e illiberali.

Quando:14 Settembre 2015 -Anno 54 - N 36
Dove:

Corriere della Sera

Con la sua ultima opera alla Galleria nazionale d’arte moderna di Roma ha celebrato la Grande Guerra, gli aviatori e gli aeroporti, suoi preferiti, con cui divide la sala. Un aeroplano, simbolo di guerra, ma anche di cambiamento e libertà. Le tre parole con cui, se volessimo, potrebbero riassumere l’arte di Pietro Ruffo.

Quando:Trimestrale anno 10 n-101 - 02.2015
Dove:

INSIDEART 2015

In the heart of San Lorenzoʼs neighbourhood in Rome, a pasta factory was transformed into a “creativity building” in the early 80s when some artists decided to move there to live and work. Today the industrial building continues to host art galleries, graphic designers, a school of photography and some artistsʼ studios.

Quando:02 Maggio 2014
Dove:

Art Now

Art is a function of the life of the people in which meaning is given by the inspiration of a superior consciousness. By Oswald Spenger  In the sphere of art a battle is now occurring between life and death comparable to that in the world of politics and economics.

Quando:September 2011
Dove:

Third Text 112 –  Volume 25 – Issue 5

Il 2009 appena trascorso ha visto, sebbene in Italia non ne sia avuta un’eco significativa, numerose iniziative per ricordare i cento anni trascorsi dalla nascita dell’Isaiah Berlin, il filosofo liberale universalmente noto per le sue analisi attorno al concetto di libertà. 

Quando:Gennaio 2010
Dove:

Arte – Mondadori

L’arte come traduzione e condivisione. Pietro Ruffo torna dall’Alsazia Francese agli spazi della Galleria Locarn o’ Neill arricchito di esperienze che sente la necessità di comunicare, e decide di farlo con un’istallazione ricca di contenuti.

Quando:12 Maggio 2009
Dove:

ArtKey – Il Quotidiano online